Dopo aver toccato ancora una volta con mano l’inaffidabilità del banchiere Carlo Fratta Pasini (gli aveva promesso una decisione entro oggi), Francesco Bevere è ormai sul punto di rinunciare a guidare la Fondazione Policlinico Gemelli.

Trascinando con sé nell’arrivederci e grazie anche Narciso Mostarda, che avrebbe dovuto affiancarlo come DG. E in Vaticano sono furibondi per il “tira-e-molla” che ha come unico scopo, da parte di mezzo CdA, la difesa ad oltranza dello “sfiduciato” Marco Elefanti. Il D-day era stato prima fissato per il 30 agosto, poi aggiornato con la scusa di misteriosi “motivi tecnici” (ma era solo una scusa per prolungare le vacanze) all’ 1 settembre; ora, si parla addirittura del 10-11.

Il tutto -è evidente- per spingere Bevere a rinunciare, essendosi a sua volta impegnato con il governatore Nello Musumeci ad accettare o meno entro oggi la nomina a responsabile della Sanità in Sicilia. La realtà è che l’eventuale arrivo al Gemelli del tandem Bevere-Mostarda, due manager sanitari mai coinvolti in vicende opache, fa paura.

Perché rischia di mandare all’aria e disarticolare un centro di potere economico-affaristico con inquietanti venature di matrice massonica, che ha fatto il bello e cattivo tempo in questi ultimi anni in quello che una volta era soprannominato per la sua eccellenza “l’ospedale del Papa”.

E che proprio Francesco ha preso di mira per una vicende molto poco chiare: Mater Olbia e svendita della “costola” Gemelli Molise (su cui si attende da un momento all’altro, grazie ad una serie di esposti, anche l’intervento della sonnacchiosa Procura della Repubblica di Campobasso). Inutile ripetersi: basta rileggere le numerose Sassate dedicate al riguardo, per farsene un’idea.

CONDIVIDI
Guido Paglia
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.

1 commento

  1. GRAZIE
    A PAPA FRANCESCO
    DI FAR LUCE AL NOSTRO AMATO POLICLINICO GEMELLI “UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE” OSCURATO DAL MALE DA MOLTI ANNI
    e oggi ultimo scempio
    chiamato FONDAZIONE,
    Padre Agostino Gemelli NON AVREBBE MAI VOLUTO QUESTO
    E
    NOI SIAMO CON TE
    SAPPIAMO CHE SEI SOLO,
    MA LA STESSA SOLITUDINE LA VIVIAMO ANCHE NOI DA ORMAI 20 aa
    E CON LA PREGHIERA TI SOSTENIAMO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.