Non c’è niente da fare: Filippo Bubbico proprio non riesce a rinunciare alla politica e alle polemiche dopo le dimissioni di Zingaretti da segretario del Pd. E così, sulla “Gazzetta del Mezzogiorno”, spara a pallettoni contro tutto e tutti.

Titolo: “Bubbico striglia la sinistra “Ora si torni alla gente”. Peccato che al neo-manager di Stato nessuno abbia ancora spiegato che nella sua nuova veste di AD di Acquirente Unico, simili “performance” sarebbero vietate. E risultano comunque quantomeno sconvenienti. Ma lui ormai è in preda ad un evidente delirio di onnipotenza e di queste quisquilie ha deciso di disinteressarsene.

Molto più importante far sapere  -all’interno della “casa madre” di LeU-  la presa di distanze dal suo benefattore Roberto Speranza e la condivisione della linea di Pierluigi Bersani. E, tanto per gradire, assestare anche una bella legnata ai grillini: “L’alleanza con i 5stelle? Di loro penso il peggio possibile”.

Chissà come ci sarà rimasto male Roberto Moneta, l’AD della capogruppo GSE, che su quella poltrona è stato paracadutato proprio del capogruppo grillino alla Camera, Davide Crippa. O forse è sempre troppo distratto dalla pratica per farsi riconoscere gli emolumenti?

CONDIVIDI
Guido Paglia
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.