Crack Popolare Vicenza: Zonin jr e i collaboratori del padre

0
3679

Interessanti dichiarazioni, quelle di Domenico Zonin, sui retroscena del crack della Popolare di Vicenza. Il figlio del “presidentissimo” Gianni, comincia a sfogarsi dopo i sequestri conservativi per quasi 20 milioni e attacca i collaboratori del padre. Ma senza fare nomi. “Non ha mai saputo scegliere le persone” dice soltanto. No, caro signor Zonin jr, troppo comodo. Adesso deve fare nomi e cognomi dei collaboratori sbagliati di suo padre. E dirci anche come e soprattutto quando l’hanno mal consigliato nelle iniziative topiche della banca. Altrimenti, ci penseranno i magistrati. Con altri mezzi. Contento lei…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here