Difesa, cresce il malcontento nelle caserme per le direttive “autonome” di certi comandanti sul pericolo COVID 19

14
11107

Le direttive del governo ora sono precise, ma in molte caserme e stabilimenti delle FFAA le disposizioni “autonome” anti-virus di alcuni comandanti stanno creando molto malcontento. Perché, ad esempio, mentre l’Aeronautica ha ridotto anche al 30% la presenza dei militari in servizio, l’Esercito sta lasciando un po’ tutto come al solito. Con la conseguenza che nelle mense si creano degli assembramenti anche di 500 soldati. È il caso di Cesano, dove si registra un malcontento crescente. Acuito dall’arrivo di militari dalle “zone rosse” (tipo Padova), senza che risultino messe in atto le quarantene previste. I sindacati stanno così scendendo sul sentiero di guerra, facendo appello proprio al CSM, quel generale Salvatore Farina che è risultato positivo al Covid 19, ma può starsene tranquillamente in autoisolamento nel suo alloggio di servizio.

14 COMMENTS

  1. per certa gente, qualsiasi cosa si faccia è sbagliata… salvo poi, chiamata ad esprimere la propria opinione, dimostrare la più spinta povertà di idee e assenza di coraggio…
    Viviamo in un tempo in cui l’agricoltura più che il giornalismo avrebbero tanto bisogno di mani immacolate su cui far emergere qualche timido callo…

  2. Sicuramente lei é un ufficiale superiore.Le ricordo che se davvero questo virus é pericoloso e.potrebbe portare alla morte perché si continua a far stare la gente in caserma. I non operativi dovrebbero mandarli a casa e forse anche una buona fetta di operativi. La nostra nazione adesso é debole e quasi in ginocchio. Nel caso in cui dovesse succedere una qualsiasi cosa si può attingere dal personale collocato in licenza straordinaria.per far fronte a qualsiasi evento contro l’Italia con personale fresco.esempio i pendolari mandarli a casa in straordinaria.qui non si tratta di agricoltura.o altro .perché.davvero ne manderei tanti.a fare i braccianti agricoli. Qui si tratta delle nostre vite.si tratta di difendere la nostra Nazione.

  3. Alla SSAM di Caserta gli allievi sergenti continuano ad andare in classe in gruppi di 50 persone nonostante le raccomandazioni e i veti imposti dalle Superiori Autorità… Sempre alla SSAM di Caserta, nella giornata di ieri, sono stati svolti gli esami di attività ginnico sportiva… Grande paura e timore tra gli allievi e le loro famiglie…

  4. Le caserme hanno le necessarie strutture mediche che se incrementate da mezzi e medici nel nemero sufficiente possono senz’altro tenere sotto controllo, dal punto di vista sanitario, il personale militare. I militari non possono essere esonerati in massa anche se si sospetta che siano contagiati perché se crollano le Forze ARMATE allora è la fine per tutti.

  5. Appunto caro collega. Quindi preservare una grande fetta di personale militare. Se noi crolliamo é finita. Quindi.come dicevo apparte gli operativi e gli indispensabili per cose delicate ma il resto via.ecco una turnazione di 30 giorni. In modo da avere personale fresco.pronto già stato a casa .non so se mi sono spiegato

  6. Alcune caserme i vfp1 lì hanno mandati a casa e in altre continuano a farli esercitare anche fuori dalla caserma.(Aosta)
    Chiedo ma il Decreto ministeriale deve essere uguale per tutti…..mantenete regole nazionali….O a casa tutti o nessuno!!!!!!

    • Chiedo che almeno venga fatta una profilassi adeguata nelle caserme ,perche tanti commilitoni assemblati in stanze e usufruendo di sanitari in comune sembra avere una bomba che deve essere disinnescata.

  7. Bravi continuate a stare in tanti e vicini vicini, così le possibilità di divenire incubatori di virus aumentano.Ma dove le imparate queste strategie di difesa? All accademia delle sturmtruppen?

  8. Sempre più felice di aver abbandonato la divisa, dopo aver servito la patria per oltre 20 anni. Essere gestiti, comandati, impiegati, da una mandria di figli d’arte, raccomandati, viziati, capricciosi e, consentitemelo, in gran parte ignoranti, è cosa alquanto deprimente.

    • Te eri uno de quelli che se vedeva con le stellette sue spalle. Ma, fattelo dire da uno ex de leva come me, lavate er culo che ancora te brucia.

  9. Più che di Comandanti è può corretto parlare di Datori di Lavoro, perché è su di essi che si continua a scaricare a massa, senza direttive univoche e riferimenti normativi certi. Non vorrei stare al loro posto, qualunque decisione assumono sono chiamati a risponderne in prima persona.

  10. Oggi ho chiesto una licenza straordinaria per stare con i miei 2 figli piccoli,perché mia moglie lavora!!mi è stata rifiutata perché dovevo consumare la mia licenza parentale….ma e’normale secondo voi???

  11. caserma di roma attività come se niente fosse in barba a tutte le direttive emanate , attività esterne . trasporti con personale seduto uno accanto all’altro, mensa aperta , niente mascherine per il personale , no alza bandiera ma adunate di compagnia , niente permessi previsti da direttive per chi ha necessità(straordinaria ecc ecc), pendolari che viaggiano tutti i giorni senza autotizzazione e motivazioni firmata dal datore di lavoro , insomma tutto normale? . quando si è andati dal , con le direttive alla mano, per fare un punto della situazione e stato risposto che quella e solo carta e non conta niente lui comanda e lui decide ..vi pare normale tutto questo . sicuramente siamo tutti militari ma questi sono i direngeti che abbiamo ….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here