Difesa, terremoto nella comunicazione del gabinetto: Guerini liquida il colonnello Greco, non gli garantiva visibilità…

1
8516

C’era da aspettarselo. Dopo lo sfogo del ministro Guerini contro il suo staff (vedi la Sassata di due giorni fa), accusato di non garantirgli sufficiente visibilità da parte dei media, al gabinetto rotola la prima testa: quella del colonnello dell’Esercito Francesco Greco, capo dell’ufficio stampa, un brillante ufficiale che con Elisabetta Trenta era riuscito a fare i salti mortali per far fare bella figura alla ministra M5S. Peccato che quello della visibilità sia un compito del portavoce (come ben sa Augusto Rubei, ora con Di Maio agli Esteri), non dell’ufficio stampa.

Ma in questo caso, come “capro espiatorio”, Greco andava benissimo, pur di evitare conseguenze all’intoccabile portavoce di Guerini, Nicoletta Santucci, già al servizio della titolare della Funzione Pubblica Marianna Madia (protagonista, a sua volta, di gaffes leggendarie).

E così, nel giro di poche settimane, si è perfezionato lo “spoil system” della comunicazione di via XX Settembre. Perché le voci ricorrenti danno in pole position per prendere il posto di Greco il generale dell’Aeronautica (daje…) Enzo Romano. Cioè proprio l’alto ufficiale che aveva sostituito l’ammiraglio Fabio Agostini come responsabile della comunicazione della Difesa. Il quale, in compenso, è ben felice di essersi potuto insediare proprio ieri alla guida di quella che sarà la nuova Missione Sofia, lontano da quel covo di vipere che si sta rivelando il ministero di via XX Settembre. E nella speranza che le future “regole d’ingaggio” non la trasformino in una Sofia di serie B.

1 COMMENT

  1. Mi sembra che il silenzio per la GRAVISSIMA OFFESA ai MILITARI DELLE FORZE ARMATE arrecata dai Nazistelli che hanno imbrattato il Monumento del Gruppo di Combattimento Cremona meritase ben più di una SASSATA.
    .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here