Dopo hackeraggio GSE: perfino l’attivista Pd Bubbico (AU) contesta la capacità manageriale di Ripa di Meana

Tra una pausa e l’altra della campagna elettorale in Basilicata in favore del suo amato Pd, l’ineffabile presidente di Acquirente Unico, Filippo Bubbico, ha incredibilmente trovato il tempo di protestare con l’amministratore unico del GSE, Andrea Ripa di Meana, per i danni e i ritardi che sta subendo AU dopo l’hackeraggio rivelato in esclusiva alla fine di agosto proprio da Sassate. Dev’essere stato un confronto esilarante tra due pregevoli facce di bronzo. Perché, se effettivamente Ripa di Meana non sta affatto brillando -soprattutto in questa vicenda- per particolari capacità manageriali in grado di risolvere i problemi creati dai pirati informatici (ma tanto può ancora contare sulla fiducia del tandem Giavazzi-Funiciello), che proprio l’assenteista cronico Bubbico si permetta di contestarne l’operato, appare quantomeno paradossale.
Ma questo può accadere (e accade) nell’incredibile mondo dei servizi elettrici. Almeno fino all’arrivo del nuovo governo di centrodestra, chiamato a fare piazza pulita anche al GSE e controllate.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

1,253FansLike
1,323FollowersFollow
2,571SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli