Rai, può arrivare da viale Mazzini una ciambella di salvataggio “giudiziaria”per la salvezza dell’INPGI

C’è una clamorosa sentenza della Corte d’Appello di Roma che potrebbe segnare una svolta per il dissesto dell’INPGI, l’istituto di previdenza dei giornalisti i cui bilanci sono in profondo rosso. Certo, è ancora una sentenza di merito, ma se la Cassazione non dovesse sollevare rilievi, per la Rai si aprirebbe un baratro di proporzioni difficilmente quantificabili; perchè, appunto, potrebbe rappresentare una decisiva ciambella di salvataggio per l’istituto. I giudici di secondo grado, infatti, hanno stabilito che lo “sfruttamento” dal 2010 da parte della Rai di decine e decine di giornalisti utilizzati con contratti precari o addirittura con partita IVA, ma in realtà sottoposti a veri e propri rapporti di lavoro subordinato, devono essere adeguatamente risarciti. Così come dovranno essere inevitabilmente pagati i relativi contributi previdenziali.
Il merito di questa rivoluzionaria pronuncia della Corte d’Appello di Roma, è dell’avvocato Enzo Iacovino, un legale che da anni si batte contro le sopraffazioni contrattuali della Rai, portando a casa successi spesso clamorosi. Questa volta, Iacovino ha assistito una giornalista retribuita a partita IVA malgrado fosse utilizzata come una vera e propria risorsa a tempo indeterminato, vincoli di subordinazione, turni e orari di lavoro e utilizzo dei mezzi aziendali. Tanto è vero che era stata poi assunta nell’ambito delle regolarizzazioni decise dall’azienda per sanare le centinaia di situazioni irregolari. Senza però sottoscrivere la rinuncia a pretendere quegli indennizzi per il passato che invece molti hanno accettato pur di vedersi riconoscere i loro diritti. “Carta straccia”, secondo Iacovino. E ora, visto che quei diritti non sono stati difesi adeguatamente dall’USIGRAI (pseudo sindacato dei giornalisti di viale Mazzini), dovrebbero essere impugnati almeno dall’INPGI, con conseguente recupero dei contributi previdenziali di anni e anni di elusione da parte della Rai.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

0FansLike
3,049FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli