Servizi, il generale Masiello non si arrende: ora punta al DIS e nel mirino c’è anche Baldoni

4
7918

Impossibile riuscire a frenare le ambizioni del generale Carmine Masiello. L’ex-consigliere militare di Matteo Renzi a Palazzo Chigi, è fatto della stessa tempra del suo mentore. Prende schiaffi da tutte le parti, ma non si arrende. Sassate ha già raccontato delle sue aspirazioni frustrate per diventare SCSME, SCSMD, Capo di Gabinetto della Difesa e perfino Direttore dell’AISE. Tutte svanite nel nulla, malgrado le sponsorizzazioni anche di Graziano Badoglio. Ora, aiutato verso il nuovo obiettivo dal fraterno amico Giuseppe Caputo (attuale vice-direttore dell’AISE e in frenetica ricerca a sua volta di appoggi in casa Pd per riuscire a prendere il posto di Luciano Carta nell’agenzia, ma senza speranze), punta al DIS. Cioè a sostituire Gennaro Vecchione nei confronti del quale qualcuno continua a far girare la voce di un cattivo stato di salute. Non solo, le malelingue aggiungono anche che il piano dell’inarrestabile Masiello prevederebbe pure la nomina di un nuovo vice al posto del “cyber zar”, lo stimato professor Roberto Baldoni. Di vero, al di là delle ambizioni di Masiello, c’è soltanto lo stato di confusione all’interno del Dipartimento, soprattutto dopo il presunto attacco hacker al sito dell’INPS. E ciò, guarda la combinazione, proprio nel momento in cui al DIS si stanno accentuando tutte le competenze cyber italiane. L’ultima alla quale si sta lavorando è il trasferimento del CERT nazionale. Destinato ad assumere la denominazione di CSIRT e sede proprio presso il DIS. E siccome Masiello si ritiene un grande esperto del settore per l’esperienza fatta a Palazzo Chigi, eccolo pronto a mettersi a disposizione. E neppure da solo, appunto. Perché per il posto di Baldoni, avrebbe già fatto il nome di un altro “fedelissimo” suo e di Graziano Badoglio: un generale che in passato ha ricoperto il ruolo di capo del VI reparto-sistemi C4I. Appuntamento alla prossima “trombatura”.

4 COMMENTS

  1. Che fervida fantasia. L’Italia va a rotoli anche per complottisti e giornalai della sua risma. Pensi a tifare Lazio (cosa già squalificante al massimo…), che è meglio!

  2. Qualcuno disse “a pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. Non conoscendo i retroscena di questa vicenda in particolare, ma ahime l andazzo italico è fatto si di” congiure” ed amichetti… Non mi stupirebbe affatto. Ps qualche problema con i Laziali???

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here