ANAS E I BOIARDI DI STATO

Come avevamo anticipato (con larghissimo anticipo) il nuovo presidente di ANAS è il pluripoltronato e pluristipendiato Ennio Cascetta. Sicuramente più scafato di Armani, speriamo non abbia lo stesso di vizio di portarsi dietro collaboratori “indispensabili”. Che tra RAM e Metropolitana di Napoli c’è l’imbarazzo della scelta.

Commenti

  1. “All’ordine Facite Ammuina:
    “tutti chilli che stanno a prora vann’ a poppa e chilli che stann’ a poppa vann’ a prora; chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann’ ncoppa e chilli che stanno ncoppa vann’ bascio passann’ tutti p’o stesso pertuso; chi nun tene nient’ a ffà, s’ aremeni a ‘cca e a ‘ll à”
    ART. 27 REG. N. 6975
    REAL MARINA REGNO DELLE DUE SICILIE

  2. Oggi altra videoconferenza del cavolo… Dictat dalla comoda scrivania di incapaci che non hanno mai fatto il capo nucleo o il capo centro… Che pensano che con un clic tutto si fa in un attimo… Che non sanno quanto tempo ci vuole per una ispezione principale a 150 viadotti per Centro per complessive 1000 campate: a Socco, c’hai rotto er cazzo e pure li cojoni…. Provace a venì tu Na settimana ar posto nostro e vedi se ce riesci npò a fà tutto sto lavoro che famo noiartri… Perizie, contabilità, pareri, sgombraneve, appe de qua, appe de là, timescit de qua, timescit de là, e sempre AO stesso stipennio, mentre voi ve state a ngrassà panza e portafogli! Aò..e mò basta!

  3. Beh, se proprio dobbiamo raccontarla tutta, bisognerebbe parlare anche dei dipendenti, in particolare dirigenti, che in palese condizione di sudditanza, si presentano a fare false testimonianze nelle cause di lavoro, danneggiando non poco i lavoratori onesti. Bisognerebbe indagare meglio, per esempio, su Mauro Frattini e sulla sua carriera (il padre era l’autista del direttore generale), sulla strana assunzione del cognato Orgiana, sulla strana gestione degli affidamenti diretti, etc etc etc ma…….

  4. A novembre nella causa di lavoro mia, le Risorse Umane hanno mandato a testimoniare un dirigente che non aveva rapporti di lavoro con me se non per la sicurezza in galleria. Ha raccontato un sacco di frottole ed era palese che non dicesse la verità. Sono sicuro che con le sue fandonie perderò la causa, i giudici oramai condannano solo i lavoratori e fanno pagare delle spese assurde.
    So di un collega che sta sborsando quasi ventimila euro.
    In un compartimento stanno facendo delle selezioni. Hanno ammesso uno appena diplomato (diploma cinque in uno) nemmeno un giorno di ispettore di cantiere (velocemente gli hanno dato un cantiere di poche centinaia di euro) e subito dopo gli hanno cambiato la qualifica da amministrativo a tecnico. Per tale motivo è stata ammesso a fare la selezione a A1.
    Viene richiesto nella selezione la conoscenza di “autocad” e “Primus” non credo che i concorrenti sapessero aprire tali programmi, avranno dichiarato il falso per essere ammessi.
    Intanto chi si è fatto il culo nel lavoro e non è entrato nelle grazie dei dirigenti deve spendere soldi per fare causa.
    Come diceva Cantone in una famosa trasmissione “nulla è cambiato in Anas”.

  5. Caro collega purtroppo il tuo non è un caso unico. Questi personaggi si stanno comprando le cause di lavoro mandando in tribunale i lestofanti di turno e, credimi, sono tanti. Per dirla nello stile del magistrato Davigo, in Anas ci vuole più coraggio a rimanere ONESTI che a commettere un reato. Ma non dobbiamo arrenderci dinnanzi a certe ingiustizie. Io voglio continuare a camminare a testa alta. L’Anas deve essere ripulita. Chi sa deve parlare e raccontare alle autorità competenti di questa sporcizia. Magari Giusi può pure aiutarci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

1,253FansLike
1,323FollowersFollow
2,571SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli