Difesa, l’invidioso Tofalo si scaglia contro la Trenta (ma se la prende in saccoccia)

Il M5S si è sempre diviso tra persone che lavorano e che provano a farlo con serietà e i cosiddetti miracolati, individui senza arte e né parte che dovrebbero baciare dove cammina Luigi Di Maio, altrimenti oggi starebbero a pelare patate al mercato.

Angelo Tofalo fa parte di questa seconda categoria, i miracolati o, appunto, i patatari scampati. La sua storia parla da sé: in 5 anni di opposizione mai una comparsata in tv, i vertici del M5S lo hanno sempre tenuto all’ombra per evitare figuracce. Poi la vittoria alle elezioni del 2018: Tofalo ambiva a fare il ministro della Difesa ma nessuno lo ha mai ascoltato, men che meno Di Maio.

Non ci si può improvvisare quando si va a ricoprire un ruolo del genere. Inoltre su Tofalo pesava e pesa ancora oggi la sua figuraccia quando sedeva al Copasir, che non passò inosservata anche agli occhi dei servizi. Nel febbraio 2017 se ne andò in viaggio in Turchia con una trafficante d’armi, la Dama in Nero Annamaria Fontana, poi in carcere con accuse pesantissime, per incontrare l’ex premier libico Khalifa Ghwell (leggi qui). Un episodio che creò seri problemi anche al Paese, non solo a Tofalo, e una ingerenza che allora venne duramente criticata anche dai 5 Stelle stessi, che ne presero pubblicamente le distanze.

Da allora nel Movimento lo hanno cominciato a sfottere soprannominandolo “lo 007 fallito”. Questa sua smania per i servizi come se la vita fosse tutto un grande complotto lo ha reso ridicolo nel tempo.

Ma ce ne sono state altre. Come il caso di Giulia Sarti, la deputata m5s messa alla gogna dal suo ex fidanzato con foto private pubblicate online. Indovinate chi aveva presentato quel losco tizio alla Sarti? Proprio Tofalo. Bogdan era e resta un suo caro amico. E che amico…

Una serie di gaffe continue. Non le elenchiamo nemmeno, sarebbe superfluo.

La ciliegina sulla torta è però arrivata in questi giorni. E probabilmente diventerà anche il suo capolinea. Dopo aver remato contro il ministro Trenta solo per raccogliere le simpatie di qualche generalone da quattro soldi, ha scoperto le carte pubblicando un post su Facebook in cui attacca direttamente il suo ministro e lo staff.

Una mossa che non è affatto piaciuta ai vertici M5S e nemmeno a Luigi Di Maio, arrivata in un momento inopportuno. “I nemici ce li abbiamo fuori non dentro casa”, avrebbe mormorato qualche eletto M5S delle commissioni Difesa di Camera e Senato.

Ma anche una mossa alla quale ha fatto seguito una minaccia di dimissioni da parte del sottosegretario. Forse pensava che qualcuno gli desse retta. Chiuso nel suo mondo a fumetti pensava di riuscire a soddisfare quelle ambizioni mai raggiunte. Pensava di essere ascoltato e che qualcuno gli dicesse “prego, hai ragione, il ministro ora fallo tu”. Invece l’effetto è stato proprio il contrario, a dimostrazione della sua incapacità.

Dal 5 Stelle la sue dimissioni non sembrano infatti averle prese poi così male. Anzi, sembra proprio che non aspettassero altro. E ora il buon Tofalo si ritrova col cerino in mano. Vittima della sua stessa incapacità. Con i giorni contati alla Difesa e solo come non lo era mai stato prima.

Resta solo una domanda, ora: si dimetterà veramente o si rimangerà la parola per stare accattato alla poltrona?

Commenti

  1. Un grande complimento per il giornalista Guida Paglia che è uno degli ultimi giornalisti rimasti che lavora con grande professionalità rispetto ai giornalisti venduti e leccaculi.??

    • scusa ma che c’è di giornalismo in un attacco sgrammaticato e senza alcun riscontro reale. gira voce invece che Paglia sia diventato l’organo mdi informazione non ufficiale del Ministro trenta. Compagno Guido tra poco lo chiameranno

      • Non solo ascoltate le favole a questo punto leggete le favole di Biancaneve e sette nani il giornalismo serio come quello del Signor Guido Paglia non è per voi

  2. Grazie al il movimento 5 stelle tanti politici che si trovano al governo hanno vinto al lotto e sino ieri erano sconosciuti e con un futuro incerto e adesso sputano dentro loro piatto. Il fatto che un sottosegretario va contro un ministro addirittura che fanno parte della stessa squadra e vergognoso per non dimenticare che è rappresentante istituzionale e pure donna . La faccenda è molto seria una mancanza di rispetto che non deve esistere dal ultimo militare sino al Presidente della Repubblica qui è compito del Vice presidente del Consiglio di On Di Maio di sostiture il sottosegretario Angelo Tofalo con un nuovo politico che entra immediatamente a posto suo non c è di peggio di potersi fidare dei propri uomini .

  3. Gira una brutta voce che ci sono generali disobbedienti che contrastano il Ministro della Difesa Trenta visto e considerato che la ministra gode di una grande stima dei militari di tutta L’Italia da Nord ,Centro,Sud e isole siamo tutti curioso di conoscere dall On Luigi Di Maio Grado cognome e nome di questi generali disobbedienti? Il primo atto di Un politico e di difendere la propria specie e di non fare mancare il rispetto ai rappresentanti istituzionali . Luigi gli attributi gli hai pure tu e non solo Matteo aspettiamo ancora la musica del cambiamento quando arriva ?

  4. On Salvini ha sostituito ultimamente il Generale della Finanza e non diverso deve essere per il On Di Maio il problema serio con questi generali disobbedienti o meglio chiamarli ribelli? Qui puzza una coalizione contro il ministro della Difesa e mettiamo la regola giorno che passa Generale che cambia partiamo dai settori sensibili come la Sanita’…………

    • su un blog di questa levatura e sotto un articolo senza capo ne coda cosa ti aspetti. Vado su dagospia, almeno li ti fai due risate.. qui si prendono pure sul serio

    • Non c è nulla da essere esterrefatto dal passato sino il presente abbiamo visto in politica di tutto e di più compreso l’attacco del sottosegretario della Difesa Angelo Tolfa al Ministro della Difesa .

  5. Non c è nulla da essere esterrefatto dal passato sino il presente abbiamo visto in politica di tutto e di più compreso l’attacco del sottosegretario della Difesa Angelo Tolfa al Ministro della Difesa .

  6. Si attenga ai fatti, non ai pettegolezzi su Totalo. Quanto affermato da Totalo sulla Trenta ha fondamento? Questo dovrebbe fare un giornalista

  7. Parliamo di giornalista inizia a leggere il testo del giornalista guido Paglia che gia sufficiente per avere un quadro di Angelo Tolfa e non Totalo. Poi puzza veramente lattaco del sottosegretario al ministro sembra tutto studiato e da donna mi interessa chi sono questi amici generali quale è loro credo della forza politica ? Sembrano o di destra o sinistra ?

  8. La rivolta dei generali: “Non andiamo alla parata del 2 giugno”.
    Arpino, Tricarico e Camporini annunciano che non parteciperanno all’evento dedicato alle Forze Armate
    31/05/2019 16:08

  9. Alla parata non ci sarò, attendo un clima più sereno”, con queste parole – affidate all’AdnKronos, il generale Mario Arpino – già capo dello Stato della Difesa – annuncia che non parteciperà al tradizionale evento del 2 giugno.
    Non è il solo ad aver preso questa decisione: con lui ci sono Vincenzo Camporini, ex capo di stato maggiore dell’Aeronautica, e Leonardo Tricarico, anche lui in passato al vertice dell’Aeronautica. “Non è tollerabile – spiega ancora Arpino – la gogna mediatica a cui sono stati sottoposti i pensionati. Non ne faccio una questione personale: trovo inaccettabile sentire parlare di pensioni d’oro, quasi incitando all’odio di classe. Sarebbe ipocrita da parte mia – prosegue – stringere le mani di chi ha tagliato le pensioni. Non è una colpa, ma un merito avere una pensione più alta per chi ha lavorato tutta la vita. Io ho cumulativamente 55 anni di servizio. Non mi sembra che l’atteggiamento di alcuni ministri sia giusto. Penso che l’indecisione di questo governo su tantissimi temi sia molto grave. Le questioni militari, penso ad esempio agli F-35, sono passate completamente in secondo piano”……………………

  10. Quindi un ingegnere specializzato con master in intelligence e sicurezza, che ha lavorato prima di entrare in Parlamento alla progettazione del sistema tetra, che per due volte viene eletto come capolista in Campania, è un miracolato?
    Sassate ormai è diventata la voce di Augusto Rubei quando ha la bava alla bocca.
    Ormai dal gabinetto del ministro inviano solo comunicato con fonti vicine a.. amici di amici della figlia della portiera. Siate seri, siete dei buffoni e state dando spazio alle cazzate senza alcun filtro, il giornalismo usato come clava per diffamare le persone serie

  11. Ma come si permette questo blog di terz’ordine di gettare fango su un uomo delle istituzioni. Paglia, sei diventato la serva della Trenta

  12. Trenta inadeguata e il portavoce un coniglio che pensa di fare la guerra al sottosegretario tofalo con questi articoli al limite della querela. ma pensate a lavorare che state facendo vergognare la difesa. peace and love sta ceppa.

  13. Invece di fare questi articoli ridicoli cercate di fare il bene del paese. che razza di notizia è questa? Nemmeno un po’ di grammatica istituzionale. A questo punto pubblicate i video di pierino.

  14. Scusate ma se è uno 007 fallito perchè è sempre a convegni con i direttori dei nostri servizi segreti? O siete dei mitomani livorosi o il nostro paese è nel baratro

  15. Un attacco ridicolo. Ho sempre seguito questo blog ma questa volta è davvero fuori strada. Il Sottosegretario Tofalo gode della stima di moltissime persone del settore, a tutti i livelli.

  16. Quanti insulti gratuiti ad un Sottosegretario che sta dimostrado di essere all’altezza del ruolo che ricopre e che ha solo espresso il punto di vista della maggioranza di noi. Non è lui ad essere iadeguato, anzi. Chi ha pensato di scrivere un articolo del genere lo è molto di più.
    Sottosegretario vada avanti, ha tutta la mia stima.

  17. Signor Paglia, lei ha ragione! Il M5S si è sempre diviso tra persone che lavorano e che provano a farlo con serietà e i cosiddetti miracolati, solo che Tofalo è l’esempio perfetto di persona seria che lavora, mentre il Ministro… Mi ascolti, questo articolo andrebbe scritto al contrario.

  18. Solo in Italia un sottosegretario attacca il suo Ministro e va abbracetto con generali e con la controparte ha già lasciato ?

  19. Nei paesi del Nord Europa il sottosegretario che avrebbe attaccato un ministro o peggio il proprio ministro sarebbe stato sostituito al massimo in 48 ore

  20. Un vero sottosegretario fa da PONTE parlando della Difesa tra i generali e il ministro un MEDIATORE e in casi particolari anche da PACIERE.. E comunica da parte del ministro tutto ciò che viene detto per gli ufficiali , Sottufficiali e Volontari per esempio che in futuro vengano coinvolte anche loro nei direttivi come parte interessate traverso loro rappresentanze militari .

  21. Preferisco Angelo Tofalo a quella poltrona, lo reputo persona onesta e seria. Essere catapultati in un contesto interno legato ai servizi e alla difesa non è uno scherzo. Le piccole ingenuità sono una costante. Mi preoccupo molto di più dello scivolone che il M5S può fare di fronte all’America con questa sbandierata simpatia con i Cinesi, CHE SONO UNO STATO DITTATORIALE. Certo alcune ingenuità possono essere pericolose per il Governo, ma si può prenderne atto ed esperienza, per diventare un vero statista. A ME FANNO PIÙ PAURA E REPULSIONE QUELLI LEGATI A DOPPIO FILO CON LA MAFIA/MASSONICA/CAPITALISTA, che condiziona il mondo.
    Angelo non lasciare la poltrona, resta in prima linea con la tua onestà. Ricordati che in questa vita non vince nessuno, tutti moriremo e risponderemo delle nostre azioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

0FansLike
3,319FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli